I 5 piatti ideali per sopravvivere all'autunno

Ogni anno si ripresenta con feroce puntualità e costringe tutti noi a scelte di vita fondamentali: piumone e non più lenzuola, giubbotto e non più t-shirt, ombrello e niente occhiali da sole. 

 

È l’autunno, signori, la stagione - per alcuni, non tutti - più antipatica di sempre. Quella delle foglie per terra e dell’umidità che ti si porta via, che non aiuta molto l’umore e rende tutti un po’ più meteoropatici. 

 

Per alleviare il torpore autunnale che costringe molti a chiudersi in casa, coperta sulle spalle e serie tv sul computer, c’è sempre una soluzione tutta italiana, che consiste nell’armarsi di pentole e padelle, un po’ di buona pazienza e tanta intraprendenza culinaria. 

 

Vi consigliamo cinque piatti nati per esser assaggiati nella stagione in corso, che non deluderanno di certo il vostro palato e metteranno a dura prova le diete dei vostri ospiti. Tutti, per un ingrediente o per l’altro, sono strettamente legati all’autunno, alle sue cacce, ai suoi sapori e alle suo origini.

 

 

1. Pasta alla zucca

 

La zucca, ortaggio autunnale per eccellenza, è perlopiù riconosciuta per la festa di Halloween che puntualmente, di anno in anno, ne valorizza l’aspetto spettrale e goliardico emblematico della festa degli zombie.

 

Eppure in pochi ne riconoscono la versatilità gastronomica: oltre ai normali formati di pasta e al riso, si accompagna meravigliosamente a ravioli, agnolotti e gnocchi. L’ingrediente ideale per inaugurare la nuova stagione.

 

 

2. Tagliatelle ai funghi

 

La regina autunnale della tavola: la tagliatella coi funghi.

 

Esistono due varianti che rendono eccezionale il piatto, la prima: il tipo di fungo. Può essere porcino (soluzione prediletta), chiodino (più delicato) o prataiolo. La seconda: il tipo di salsa.

 

Il sugo al pomodoro può spegnere il gusto del fungo, quindi spesso si opta per la panna, con prosciutto cotto a condire il tutto. Un piatto di pasta apparentemente in bianco, ma con un mix di sapori indimenticabile.

 

 

 

3. Riso con castagne

 

Un modo del tutto originale di unire la castagna, frutto tipicamente autunnale, a un primo piatto è per l’appunto il riso con castagne.

 

Il piatto, che ha origini addirittura medievali, si prepara con estrema facilità pelando le castagne e buttandole poi in acqua bollente per tre minuti. Una volta prelevate, vanno private della pellicina.

 

Alloro, salvia, burro e olio: insaporito dai seguenti ingredienti, il riso va poi servito con le castagne al suo interno.

 

 

4. Trofie noci e gorgonzola

 

Una volta nominata la castagna, non potevano mancare le noci.

 

Per valorizzare la loro croccantezza, si possono inserire in un primo a base di trofei (o anche mezze maniche) condite di formaggio, possibilmente gorgonzola.

 

Il risultato è cremoso quanto imperdibile: sbriciolando le noci nel mix di burro e formaggio, il primo piatto si trasforma automaticamente in una favola del tutto autunnale.

 

5. Strudel di mele

 

Non può mancare il dessert nel nostro poker di piatti autunnale.

 

Il dolce, tipico del Trentino Alto Adige, da sempre affascina il palato di tanti italiani (e non solo). Il rotolo di pasta sfoglia vuole un ripieno di mele, pinoli e cannella.

 

Attrezzatevi di carta da forno, ciotole, padelle e teglie ma soprattutto di matterello e santa pazienza. Lo strudel è gustoso quanto impegnativo da preparare. Ma sembra scontato dirlo: il gioco vale la candela.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Please reload